una tragedia chiamata vodafone

Qualche  mese fa ho deciso di adottare un unico operatore per telefonia fissa, mobile ed internet. Pensavo sarebbe stata una passeggiata, soprattutto avevo immaginato di semplificare una serie di processi aziendali. Avere un unico referente ha i suoi vantaggi, ancora di più se devi mandarlo a quel paese!

Mai e poi mai avrei potuto immaginare di trovarmi catapultato in un incubo, una sorta di girone dantesco senza via di uscita. Da 4 mesi ho costanti problemi con mail, internet (va a giorni alterni) , telefono fisso (nella linea fissa aziendale posso ricevere, ma non posso chiamare!) e mobile (sono più le volte che non prende linea).

Ho chiamato decine di volte il servizio clienti, ho trascorso intere giornate ad ascoltare quella fottuta musichetta d’attesa, mi sono sentito dire decine di volte “è tutto risolto, non si preoccupi” ma alla fine eccomi qui anche questa mattina ad impazzire con un gestore telefonico che sta facendo di tutto per impedirmi di lavorare.
Ad aggravare ulteriormente la situazione tecnica, aggiungiamo anche una serie di inadempienze amministrative per il nostro nuovo gestore telefonico unico: già, perchè sembra che qualcuno si sia dimenticato di disdire le vecchie utenze che continuano ad arrivare come se io le stessi ancora utilizzando!

Carissima Vodafone, dal momento che nessuno risponde a mail, fax e telefonate, vorrei pubblicamente precisarvi che attenderò con ansia la vostra prossima fattura, per rimpiazzare il rotolo di carta ormai esaurito nel WC!

Potrebbe interessarti anche questo:

  1. Catastrofe is now

Luca Conti

Imprenditore, digital media strategist, creativo, sportivo, sognatore. Lavora da diversi anni in RedHot Crew, dove gestisce la Killbit, un’agenzia che si occupa di comunicazione digitale, comprensione del social e della rete. Autore del libro "Traguardi. Cambia vita con sport e social"

There are 1 Comments

  • Baba Andrea says:

    Purtroppo le grandi aziende come quella citate da te e le altre se ne fregano perchè siamo solo piccoli numeri nel mare dei loro fatturati.
    In più per chi come me lavora nelle telecomunicazioni e lotta contro queste realtà proponendo qualità e professionalità viene letteralmente mangiato. Alla fine chi ci perde sono sempre i clienti

  • Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *