Social media monitor decisamente inaffidabili

Negli ultimi mesi, in Ozz, abbiamo testato la maggior parte dei social media monitor (Radian6, BuzzMetrics, SM2, ecc) giungendo ad un’amara conclusione. Sono praticamente inutilizzabili ed assolutamente inaffidabili. Il lavoro per ottenere un prodotto “utile” è ancora molto lungo.

La tecnologia utilizzata da questi strumenti è abbastanza semplice: in base alla parola chiave, il software scorre il web per raccogliere informazioni. Proviamo a pensare se il nome della marca è piuttosto generico…  Ci troveremmo in un mare di… risultati inutili….
La cosa più importante da capire è che questi software forniscono pile di dati che devono essere estrapolati, filtrati e riordinati. Prima di ottenere un resoconto umano sono state necessarie ore di sistemazione, senza considerare che non tutti i social network permettono “l’intrusione” per reperire informazioni, bloccando magari le informazioni più importanti.

Vorrei ora porre l’accento sulla Sentiment analysis, inequivocabilmente sbagliata. Una parola chiave non può e non riesce a determinarmi un sentimento. Le emozioni umane sono sottili, complesse e decisamente non classificabili da un software. Sotto questo punto di vista siamo lontani anni luce.

Questa sensazione di generale inaffidabilità si traduce in uno sperpero di denaro in cambio di dati grezzi.

L’unica soluzione plausibile in questo momento è realizzarsi un cruscotto personale con i servizi free di monitoraggio  ed attendere che google evolva il progetto che da tempo ha in cantiere…

Now Reading:
Social media monitor decisamente inaffidabili
2 minutes read
Search Stories