Smettere di fumare non è facile o difficile. È liberatorio.

Sono ormai due giorni che non tocco una sigaretta. L’idea di riprendere l’attività sportiva seriamente mi sta spronando oltre ogni tecnica, libro, metodo, cerotto o rimedio della nonna. Non ne sento il bisogno e non lo voglio nemmeno più sentire.
Lo so che è presto per poter valutare dei reali benefici, ma alcuni sono così evidenti che non puoi far finta di niente: il ritmo cardiaco medio si è abbassato notevolmente; sento nuovamente i profumi; i miei vestiti non puzzano più di catrame.

Non fatevi ingannare! Non si ingrassa, non si mangia di più e posso confermare che non si è più nervosi!

Ad onor del vero, lo spunto è partito dalla lettura del famoso libro sul fumo, che ho smesso di leggere appena ho capito che all’interno c’era un meccanismo di induzione all’acquisto di quel libro, di quella catena, di quell’autore…
Quindi prima di finire in un’altra trappola, ho pensato bene di vedermela da solo.

Smettere di fumare non è facile o difficile. È liberatorio.

Luca Conti

Imprenditore, digital media strategist, creativo, sportivo, sognatore. Lavora da diversi anni in RedHot Crew, dove gestisce la Killbit, un’agenzia che si occupa di comunicazione digitale, comprensione del social e della rete. Autore del libro "Traguardi. Cambia vita con sport e social"

There are 3 Comments

  • Smettere di fumare non è facile o difficile. È liberatorio. http://t.co/6SpwhbrT

  • @Viralmente says:

    Smettere di fumare non è facile o difficile. È liberatorio. http://t.co/zLwq4y6J via @luca_conti

  • @stequad says:

    Smettere di fumare non è facile o difficile. È liberatorio. http://t.co/28ZzIFpV via @luca_conti

  • Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *