Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="4890"]
Zapisz Zapisz

Sechi: Così trasformo Monti in Obama

Con l’anno bisestile speravo di essermi lasciato alle spalle tutta quella cerchia di social improvvisati, social specialist della domenica, giornalisti prestati al digitale, neo professionisti insigniti dai biscotti della fortuna. Il turpe mondo del marketing online si riempie, ancora una volta, di chiffon e lustrini in occasione delle prossime elezioni politiche.

La rete è un tripudio di “******************”, dove mirabolanti esperti lanciano la sfida alla vetta senza esclusione di colpi.
In questo mare burrascoso, tra i tanti pretendenti, uno fra tutti, ha attirato al mia attenzione.

Trasformo Monti in Obama
Dopo un’affermazione del genere ti aspetti una condotta esemplare. Una strategia destinata ad essere descritta nei testi scolastici, ricordata dalle generazioni future, commemorata nei giorni di festa, insomma, una persona dopo questa frase dovrebbe essere osannato e non deriso.

Vorrei capire. Vorrei veramente capire per quale motivo un abile professionista debba entrare in un settore che non conosce, utilizzare metodologie ormai ritenute inefficaci e ridicole (vedi utilizzo dei fake per aumentare il numero dei fans) per ottenere un obiettivo che sarebbe già irraggiungibile per un consumato esperto di settore. Perché? Cosa spinge gli individui a pratiche autolesionistiche?

Monti si scaglia contro gli utenti

Leggendo qualche commento preso in rete… qualche idea me la sono fatta… comunque mentre Sechi cerca di trasformare Monti in Obama, io penso a trasformare Danny DeVito in Brad Pitt. Vedremo chi ci riuscirà prima.

3 Responses

What do you think?

Your email address will not be published. Required fields are marked *