Se tutto ricominciasse da capo?

Se tutto ricominciasse da capo?

Ho sempre sostenuto con tutte le mie forze il principio del “lavora duro, raggiungi un obiettivo, ricomincia da capo”, eppure mai prima d’ora, mi sono sentito a piedi pari (o quasi) dentro questo concetto. Sono trascorsi 2 anni precisi da quando mi sono rotto il crociato al Challenge di Rimini e la storia si ripete ancora una volta. Una piccola distrazione, una stupida caduta dalla moto e il crociato si rompe nuovamente. Ancora. Lo stesso ginocchio.

Inutile arrabbiarsi, il danno è fatto. È tempo di rimboccarsi le maniche e lavorare in vista dell’intervento e della riabilitazione.

Metabolizzare un simile incidente non è semplice neppure per il più grande dei motivatori. Deglutire il sapore amaro dell’operazione e di quel simpatico post-operatorio di sei mesi è una piacevole sfida con sé stessi. Malgrado tutto, conosco a menadito il protocollo riabilitativo, conosco i dolori e forse sono meno spaventato della prima volta.
Vedremo. Nel frattempo tutto ricomincerà da capo.

 

PH: Andy Astfalck

 

 

Now Reading:
Se tutto ricominciasse da capo?
1 minutes read
Search Stories