Polonia un mese dopo

E’ ormai trascorso più di un mese dalla mia partenza e se devo dirla tutta, a parte gli affetti, l’Italia non mi manca per niente. In questo periodo ho viaggiato in lungo e in largo per la Polonia con il team di Buzz Voyage, incontrando imprenditori, gente comune, ragazzi di ogni ceto, livello culturale e ambiente. Ho parlato, osservato, ascoltato, soprattutto imparato da un popolo che sa trasmetterti infinita positività e dignità.

Polonia un mese dopo

Ora capisco perché è uno  dei pochi paesi che ha vissuto la crisi economica in modo lieve. Qui la gente lavora senza farsi troppi scrupoli su cosa dovrà fare, la differenza tra i ceti sociali è più marcata (poveri – si tira a fine mese – ricchi sfondati) ma in tutti i casi sanno andare avanti senza troppe lamentele e divertirsi.
In Polonia è assolutamente diverso.
Chi sbaglia paga. Chiunque!
Il sistema bancario ed il governo aiutano le imprese, garantendo possibilità di business e conseguente denaro circolante.
Sembra di vivere nell’Italia degli anni 90′ senza la classica boriosità e saccenza della nostra gente.
Sono entusiasta di questo viaggio di lavoro e ringrazio nuovamente la Polonia per avermi ospitato ed essersi fatta conoscere.
Buzz Voyage continua…

Now Reading:
Polonia un mese dopo
2 minutes read
Search Stories