Polonia un mese dopo

E’ ormai trascorso più di un mese dalla mia partenza e se devo dirla tutta, a parte gli affetti, l’Italia non mi manca per niente. In questo periodo ho viaggiato in lungo e in largo per la Polonia con il team di Buzz Voyage, incontrando imprenditori, gente comune, ragazzi di ogni ceto, livello culturale e ambiente. Ho parlato, osservato, ascoltato, soprattutto imparato da un popolo che sa trasmetterti infinita positività e dignità.

Polonia un mese dopo

Ora capisco perché è uno  dei pochi paesi che ha vissuto la crisi economica in modo lieve. Qui la gente lavora senza farsi troppi scrupoli su cosa dovrà fare, la differenza tra i ceti sociali è più marcata (poveri – si tira a fine mese – ricchi sfondati) ma in tutti i casi sanno andare avanti senza troppe lamentele e divertirsi.
In Polonia è assolutamente diverso.
Chi sbaglia paga. Chiunque!
Il sistema bancario ed il governo aiutano le imprese, garantendo possibilità di business e conseguente denaro circolante.
Sembra di vivere nell’Italia degli anni 90′ senza la classica boriosità e saccenza della nostra gente.
Sono entusiasta di questo viaggio di lavoro e ringrazio nuovamente la Polonia per avermi ospitato ed essersi fatta conoscere.
Buzz Voyage continua…

Luca Conti

Imprenditore, digital media strategist, creativo, sportivo, sognatore. Lavora da diversi anni in RedHot Crew, dove gestisce la Killbit, un’agenzia che si occupa di comunicazione digitale, comprensione del social e della rete. Autore del libro "Traguardi. Cambia vita con sport e social"

There are 0 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *