Le vacanze partono dalla rete

In base ad un’indagine statistica condotta da PhoCusWright Research, l’82% degli utenti internet si fidano delle recensioni dei viaggiatori e le considerano più attendibili delle presentazioni pubblicate nei siti e nelle brochure degli stessi hotel.

Sono veramente tante le comunity basate sul tourist rating, molte delle quali gestite ancora in modo “amatoriale”, sia dal punto di vista grafico (decisamente spartano) che da quello seo o di socializzazione (praticamente assenti). Nonostante ciò,  centinaia di migliaia di viaggiatori decideranno proprio grazie al contenuto di questi siti dove andare e con chi andare,  e soprattutto marcare i posti da evitare!

Che sia la definitiva disfatta delle guide turistiche?

Luca Conti

Imprenditore, digital media strategist, creativo, sportivo, sognatore. Lavora da diversi anni in RedHot Crew, dove gestisce la Killbit, un’agenzia che si occupa di comunicazione digitale, comprensione del social e della rete. Autore del libro "Traguardi. Cambia vita con sport e social"

There are 0 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *