il ruolo di internet nella costruzione della marca

Partendo dalla considerazione che internet raggiunge le fasce pubblicitariamente più appetibili della popolazione italiana (e non solo), possiamo dedurre che affermare una marca su questo target significa:

A) Raggiungere persone con un potere d’acquisto decisamente elevato, propense alla cultura del nuovo e sicuramente disposte a spendere.
B) Contattare i consumatori sotto forma di opinion leader; fanno tendenza e generano indotto.

Internet è decisamente un ottimo strumento per contattare il target innovatore e abbiente, ma ad oggi, scarseggia la cultura di pianificazione pubblicitaria assimilabile agli altri mezzi. Rispetto al reale potenziale le aziende che decidono di rivedere le proprie pianifiche sono ancora poche; ma quelle poche avranno fra qualche tempo una posizione preminente nel mercato.
Sappiamo benissimo che il Social Marketing funziona; le ricerche e le case history sono un importante sistema di valutazione del mezzo e soprattutto sono una palese testimonianza dell’efficacia di una campagna ben congegnata.

Alcuni responsabili Marketing sostengono che nella pianificazione mancano ancora informazioni fondamentali quali la copertura e la distribuzione di frequenza sul target e la fruizione del mezzo in tempi più brevi di un mese.  L’errore di valutazione continua ad essere il settaggio mentale rivolto al marketing tradizionale. Sul discorso tempo si potrebbe aprire un dibattito… fermo restando che una campagna di social marketing ha bisogno di tempo per raccogliere frutti, è possibile ottenere risultati in tempi brevi con tecniche aggressive.

Cercando lumi nell’antagonismo fra tradizionalisti e generazione 2.0 (quasi 3.0) non dobbiamo comunque dimenticare quali sono i nostri obiettivi chiave nella comunicazione pubblicitaria di marca: Posizionamento e Notorietà.

Luca Conti

Imprenditore, digital media strategist, creativo, sportivo, sognatore. Lavora da diversi anni in RedHot Crew, dove gestisce la Killbit, un’agenzia che si occupa di comunicazione digitale, comprensione del social e della rete. Autore del libro "Traguardi. Cambia vita con sport e social"

There are 1 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *