Il dito della passione. Siete #maliziosi e fate bene

Da quando ho letto l’articolo sul dito della passione, ho sfruttato tutti i momenti di pausa tra una riunione e l’altra per confutare l’esattezza di quanto dichiarato dall’Università della Florida. Fremi, non pensate male! Almeno non ancora.

È una questione di misure, non possiamo sbagliarci, forza fatemi vedere. 

Il mio è più lungo! No, aspetta è più corto.
È più lungo o è più corto. Dai, non fare il pressapochista!
Ma da dove lo devo misurare?

Non siamo impazziti, diciamo che è stata colpa dei ricercatori dell’Università della Florida, secondo i quali, gli uomini con l’anulare della mano sinistra più lungo dell’indice hanno un livello di testosterone più alto e tendono ad essere più passionali.

Una volta divulgata la notizia in sala ristoro, è iniziata un’escalation di adolescenziali misurazioni atte a stabilire chi fosse il più passionale in ufficio.

Già vi vedo a guardarvi la mano….

Il risultato…???

Luca Conti

Imprenditore, digital media strategist, creativo, sportivo, sognatore. Lavora da diversi anni in RedHot Crew, dove gestisce la Killbit, un’agenzia che si occupa di comunicazione digitale, comprensione del social e della rete. Autore del libro "Traguardi. Cambia vita con sport e social"

There are 5 Comments

  • Il dito della passione. Siete #maliziosi e fate bene http://t.co/ad8Oyp2A via @luca_conti

  • Il dito della passione. Siete #maliziosi e fate bene http://t.co/FKppeHD3 via @luca_conti

  • Il dito della passione. Siete #maliziosi e fate bene [tutti a misurarselo… e non è il Klout!] http://t.co/5ENHP70H via @luca_conti

  • Il dito della passione. Siete #maliziosi e fate bene http://t.co/P2HdKBBB via @luca_conti

  • Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *