facebook, la privacy c’è ma non si vede

Qualche giorno fa Facebook, ha perfezionato ancora una volta le impostazioni sulla protezione dei dati personali, introducendo nuovi campi da settare. Forse vi ricorderete nel mese di dicembre, quando Facebook ha apportato alcune modifiche alla normativa sulla privacy, inserendo alcune opzioni di personalizzazione sulla prima pagina, visibili subito dopo il login.

Stando ai dati diffusi dall’Università della California,  il 35% di tutti gli utenti di Facebook si sono avvalsi della possibilità di personalizzazione del livello di privacy.

Potrebbe sembrare una cifra ridicola se solo non fosse rapportata all’elevatissimo numero di utenti attivi su questo social network. Questo è un bel salto, ed è anche bello sentire che un numero così elevato di utenti ha effettivamente dato uno sguardo alle  impostazioni della privacy.

Ciò non toglie che il 65% ha ritenuto le impostazioni della privacy interessanti quanto un manuale sulla dichiarazione dei redditi…

Luca Conti

Imprenditore, digital media strategist, creativo, sportivo, sognatore. Lavora da diversi anni in RedHot Crew, dove gestisce la Killbit, un’agenzia che si occupa di comunicazione digitale, comprensione del social e della rete. Autore del libro "Traguardi. Cambia vita con sport e social"

There are 0 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *