DDL intercettazioni

Come ci spiega Rudy Bandiera nel suo articolo, il rischio , grazie al DDL sulle intercettazioni non è solo quello di perdere il più grande bacino d’informazione orizzontale, ma quello di perdere la rete come strumento aperto ed indiscutibilmente democratico.

Le proposta di riforma legislativa, che il Parlamento italiano sta discutendo in questi giorni, prevede anche l’obbligo per tutti i siti web di pubblicare, entro 48 ore dalla richiesta e senza alcun commento, una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente giudichi lesivo della propria immagine. Purtroppo il giudizio che determina la lesività del contenuto non è rimesso ad un arbitro imparziale, ma al presupposto del danneggiato.
Per approfondire la questione, vi invito a leggere “E se Wikipedia chiudesse veramente?”

Luca Conti

Imprenditore, digital media strategist, creativo, sportivo, sognatore. Lavora da diversi anni in RedHot Crew, dove gestisce la Killbit, un’agenzia che si occupa di comunicazione digitale, comprensione del social e della rete. Autore del libro "Traguardi. Cambia vita con sport e social"

There are 1 Comments

  • ti invito a leggere il mio ultimo articolo in cui si parla della modifica al disegno di legge che verrà definitivamente approvato mercoledì dalla Camera: http://leggilresto.wordpress.com/2011/10/10/modifiche-al-ddl-intercettazioni/

  • Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *