Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="4890"]
Zapisz Zapisz

cibus 2010 è gosocial

Mentre autorevoli social marketer o pseudo tali, si cimentano nella pubblicazione di libri e nella divulgazione di machiavelliche tecniche di social marketing, un gruppo di aziende guidate da instancabili, quanto vulcaniche menti, decide di unire le forze per portare un contributo concreto ad un settore che ancora oggi al 80% è fatto di teorie.
Immaginiamo per un attimo un’azienda, una azienda che produce qualunque cosa possa essere pubblicizzata e valorizzata, un’azienda che produce software, birra o abbigliamento. Se la suddetta azienda volesse far “girare il marchio”, far conoscere i propri prodotti, fare marketing non convenzionale e buzz, l’ambiente ideale e meno costoso sarebbe sicuramente la Rete. Internet, Grazie al Web 2.0, ai social network ed alle comunity, è diventato un mezzo di informazione incredibilmente capillare, un mezzo in cui anche il marketing ed il concetto stesso di pubblicità cambiano radicalmente : il potenziale cliente non ha più voglia di essere bombardato da cartelloni pubblicitari a senso unico, ma vuole partecipare, vuole confrontarsi e vuole consigli, non ordini.
Bene, l’azienda di cui parlavamo all’inizio decide quindi di appaltare il proprio marketing ad un’altra azienda che fa questo di mestiere, una Web agency: ottima mossa certo, ma se le Web agency fossero tre e lavorassero in sinergia? Il cliente sarebbe felice per il fatto che la potenza di fuoco si triplicherebbe, il prezzo della prestazione non si triplicherebbe perchè l’impegno da parte di ogni Web agency sarebbe ridotto ed il risultato finale sarebbe straordinario.
Ecco qual’è l’idea alla base di GoSocial, una sorta di “consorzio sociale” dove sociale sta per social network e Web 2.0 e dove tre professionisti della comunicazione mettono le loro esperienze al servizio delle PMI e di tutti coloro che vogliano far sapere “che esistono” senza dover spendere decine di migliaia di euro su giornali o TV.
L’idea, nata dalle instancabili menti di Luca Conti, Rudy Bandiera, Claudio Gagliardini, Daniele Giudici, è quella di dare un servizio ampio, a 360 gradi, su tutto quello che riguarda la comunicazione via Web: dai comunicati stampa, alla gestione dei social network, dal buzz marketing alla realizzazione e divulgazione di video virali, tutto rientra nel discorso GoSocial.

1 Response
  • diggita.it
    May 11, 2010

    cibus 2010 è gosocial…

    Mentre autorevoli social marketer o pseudo tali, si cimentano nella pubblicazione di libri e nella divulgazione di machiavelliche tecniche di social marketing, un gruppo di aziende guidate da instancabili, quanto vulcaniche menti, decide di unire le fo…

What do you think?

Your email address will not be published. Required fields are marked *